La svolta a sinistra della SPD

Poco più di una settimana fa, la socialdemocrazia tedesca ha concluso a Berlino i lavori del Congresso ed eletto il suo nuovo vertice, tornando alla doppia presidenza, regola presente già alle origini del movimento operaio tedesco. Il partito era privo di una guida da quando la Vorsitzende Andrea Nahles aveva rassegnato le dimissioni per il pessimo risultato del partito alle scorse elezioni europee.

Nei mesi passati, agli iscritti della socialdemocrazia è stato proposto un percorso a tappe che ha condotto, infine, ad un ballottaggio tra due coppie di candidati. Ha vinto quella considerata più di sinistra, costituita da Saskia Esken e Norbert Walter-Borjans, il cui obiettivo è dichiaratamente la «conclusione della fase neoliberista» del partito. Il Congresso di Berlino ha confermato questa scelta con alcuni inevitabili compromessi con la minoranza, che al ballottaggio tra gli iscritti ha comunque raccolto poco più del 45% dei consensi ed era rappresentata dal vicecancelliere federale e ministro delle Finanze Olaf Scholz e da Klara Geywitz.

Col senno di poi, si può dire che la candidatura del vicecancelliere è stata un errore: Scholz, proprio in ragione del suo ruolo, ha finito per trasformare la scelta della nuova presidenza in un referendum sulla Grande coalizione, sempre meno amata dai socialdemocratici e che avevano già deciso di abbandonare nel 2017 salvo poi essere costretti ad accettare una nuova alleanza con i conservatori perché i liberali della FDP (Freien Demokratischen Partei) rifiutarono, nel novembre del 2017, di dar vita a un governo con Angela Merkel e i Verdi. Scholz, inoltre, non ha dato nessuna indicazione chiara sul futuro del partito: la sua candidatura è stata avvertita come la permanenza al potere del ‘gruppo’ vicino all’ex cancelliere Gerhard Schröder e la semplice prosecuzione delle politiche sin qui portate avanti dalla SPD, che ne hanno più che dimezzato i consensi.

Continua sul sito dell’Atlante Geopolitico Treccani.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...