La politica nel Kurdistan del postreferendum

Posted by

Dopo il fallimentare referendum del settembre 2017, i Curdi iracheni dovrebbero finalmente tornare a votare per eleggere un nuovo Parlamento. Le ultime elezioni si tennero nel 2013, la scadenza naturale sarebbe stata nel 2017 ma le elezioni furono rinviate, ufficialmente, a seguito della dura reazione di Baghdad al referendum. Nell’ultima legislatura, comunque, il Parlamento si è riunito poche volte, perché il Partito democratico del Kurdistan (PDK) di Masoud Barzani non ha permesso allo speaker, eletto tra le file di Gorran, di accedere ai suoi uffici. Una crisi istituzionale e politica a lungo celata dalla guerra contro lo Stato islamico(2014-2017).

Continua sull’Atlante Treccani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...