Mai dire mai: la convergenza tra SPD e Linke.

Posted by

Ieri sera Angela Merkel ha stentato in un confronto televisivo con giornalisti e semplici elettori: limitarsi a ripetere i successi del Governo in carica alla lunga può stufare. Persino l’obiettivo della piena occupazione, cavallo di battaglia dell’Union (grazie al governo in carica, il livello di disoccupazione è il più basso dalla riunificazione, ripete Merkel), è stato duramente attaccato, sottolineando, in particolare, l’aumento del precariato e l’uso smodato da parte delle imprese del lavoro interinale (in particolare si contesta la diversità di salario tra interinali e i lavoratori assunti direttamente dalle imprese e, soprattutto, la mancata assunzione, dopo un ragionevole periodo di prova, dei lavoratori interinali da parte dell’impresa).

È, però, difficile che queste incertezze possano essere sfruttate dalla SPD: il divario con la CDU-CSU è enorme e l’unica possibilità per i socialdemocratici di governare è sperare nella Grande coalizione. Anche l’Union, del resto, potrebbe non avere i numeri per riproporre la coalizione “giallo-nera”, anche a causa della crisi di consensi del suo alleato liberale, la FDP.

Buona parte della grande stampa tedesca esclude l’ipotesi di una coalizione tra SPD, Linke e Grünen. Del resto poco è stato fatto, in particolare tra SPD e Linke, per distendere i toni e ragionare sui possibili elementi di convergenza. Ieri la Linke ha concluso una lunga giornata di lavori pubblicando dieci punti per una coalizione alternativa ad Angela Merkel: secondo la giovane opinionista della Sueddeutsche è il segnale chiaro della fine di ogni possibile convergenza tra i due partiti progressisti e perlomeno per la Linke, l’inizio dell’opposizione al prossime governo, qualunque esso sia.

Questo vale certamente per i prossimi quattro anni e, tuttavia, anche la giornata di ieri conferma l’uscita della Linke da posizione oltranziste. Al contrario, il partito sembra assumere una maggiore disponibilità al confronto con la SPD e i dieci punti sono un chiaro segnale per sperare in una discussione proficua con la SPD: persino la proposta di eliminare l’Hartz IV è molto mitigata, come del resto nello stesso programma elettorale della Linke.

Una Grande coalizione potrebbe, però, rendere ancor più difficile un percorso di discussione tra la SPD, i Grünen e la Linke, a cui bisognerebbe aggiungere i Pirati, per quanto non presenti nel parlamento federale. Probabilmente la questione delle alleanze sarà discussa domani sera, quando sarà Peer Steinbrück a dover rispondere negli studi dell’ARD alle domande dei giornalisti e del pubblico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...